1969/1 Alpine A110 1300GPrice Upon Request
See all the Images for this Car
ALPINE RENOULT A110 GORDINI 1.300 interamente restaurata recentemente, passaporto storico e tecnico FIA n.16280, categoria GT car,classe FIA GTS, identificazione veicolo FIA 24473, attestato di storicità, CONTAGIRI STACK mod. st.200, roll bar, estintore, vetri grandi, radiatore anteriore con termostato, pompa acqua maggiorata, motore con circa cv 125 con solo KM. 2500 all’attivo,
sono disponibili altre parti di ricambio a parte, è preferibile contatto Email.

Sono possibili involontari errori o imprecisioni nella descrizione delle caratteristiche del veicolo o del prezzo esposto dovute a trascrizioni o errori di stampa; dette informazioni non rappresentano in alcun modo un impegno contrattuale e pertanto, si invita a verificare le caratteristiche specifiche del veicolo contattando il venditore. La società è disponibile ad acquistare direttamente o ad effettuare il conto vendita di autoveicoli e/o motoveicoli.

Reference Number 412547

as of 6/13/2018

Dealer
Go to dealer's website  

Stock Number A0072

braveragazze motors  Contact  Location
via dell'industria, 79  Phone  +39 0761 252110  City  viterbo
01100 viterbo VT  Fax  +39 06 92943503  State  Viterbo
Italy  Mobile  +39 391 4709590  Country  Italy Italy
Overview
Car 1969/1 Alpine A110 1300G
Exterior / Interior Color      White /      Black 
Condition Exceptional 
Mileage 2.500 km 
Configuration Left Hand Drive (LHD) 
Transmission Manual Shift 
Options Competition: Full Race setup, Racing Seats
Interior: Leather interior, Leather steering wheel 
More Images
See all the Images for this CarSee all the Images for this CarSee all the Images for this CarSee all the Images for this CarSee all the Images for this CarSee all the Images for this Car
See all the Images for this CarSee all the Images for this CarSee all the Images for this CarSee all the Images for this CarSee all the Images for this CarSee all the Images for this Car
See all the Images for this CarSee all the Images for this CarSee all the Images for this CarSee all the Images for this CarSee all the Images for this CarSee all the Images for this Car
See all the Images for this CarSee all the Images for this CarSee all the Images for this CarSee all the Images for this CarSee all the Images for this CarSee all the Images for this Car
See all the Images for this CarSee all the Images for this CarSee all the Images for this CarSee all the Images for this CarSee all the Images for this CarSee all the Images for this Car
See all the Images for this CarSee all the Images for this CarSee all the Images for this CarSee all the Images for this CarSee all the Images for this CarSee all the Images for this Car
See all the Images for this CarSee all the Images for this CarSee all the Images for this CarSee all the Images for this CarSee all the Images for this CarSee all the Images for this Car
See all the Images for this CarSee all the Images for this CarSee all the Images for this CarSee all the Images for this CarSee all the Images for this CarSee all the Images for this Car
See all the Images for this CarSee all the Images for this CarSee all the Images for this CarSee all the Images for this CarSee all the Images for this CarSee all the Images for this Car
See all the Images for this CarSee all the Images for this Car
Known History

Alpine A110

La A110 era un'autovettura sportiva prodotta dal 1962 al 1977 dalla fabbrica automobilistica francese Alpine (o Alpine-Renault).

Storia e profilo

La A110 nacque nel 1962 come sostituta della A108, che comunque rimase ancora in listino per un

anno in Francia, mentre fu prodotta su licenza in altri Paesi per ancora qualche anno.

Rispetto alla A108, la A110 condivide le linee generali della carrozzeria, realizzata in vetroresina. Se ne differenzia esternamente per il disegno del padiglione e della coda, resi più cattivi e più estremi nel look, ma anche per il frontale a doppi fari carenati.

Meccanicamente, invece, la A110 è completamente nuova: nuovo fu il telaio utilizzato per la sua realizzazione, sebbene fosse anch'esso a trave centrale come nel caso dell'antenata, e nuova fu la meccanica adottata, proveniente dall'allora neonata Renault 8 ed inizialmente consistente in un motore a 4 cilindri da 956 cm³ di cilindrata, in grado di erogare 50 CV di potenza massima. Con tale unità motrice, la A110 sfiorava i 160 km/h.

Nel corso della sua storia, però, la A110 adottò svariate motorizzazioni, tutte provenienti dalla produzione Renault di serie, fino ad arrivare ad un propulsore da 1.8 litri, non montato però sulle vetture di serie. La A110 è stata sicuramente la più famosa tra le Alpine, grazie ai suoi innumerevoli successi in tutto il mondo.Appena nata, infatti, la A110 fu immediatamente introdotta sui tracciati di gara e subito cominciò a farsi conoscere riscuotendo numerosi successi. La A110, specie nelle prime versioni, quelle con motorizzazioni minori, fece anche da "scuola" per numerosi aspiranti piloti, alcuni dei quali emersero e divennero assai famosi, come per esempio il brasilianoEmerson Fittipaldi, poi approdato in Formula 1.

Dopo i primi successi, più che altro circoscritti quasi all'ambito nazionale, la A110 subì nel 1964 il primo trapianto di motore, passando all'unità da 1108 cm³ proveniente dalla R8 Major ed in grado di erogare 60 CV, divenuti in seguito ben 86.

Nel 1967, la A110 beneficiò del motore da 1255 cm³ che un paio di anni dopo sarebbe stato montato anche sulla R12. Tale motore erogava 95 CV, ma vi furono altri due motori di cilindrata simile (1296 e 1289 cc) in grado di erogare 72 e 110 CV e fu grazie a tali motorizzazioni che la A110 cominciò ad imporsi all'attenzione di tutti, affermandosi di continuo in numerosi rally.

Ma il passo definitivo avvenne nel 1969, quando la A110 ricevette il motore da 1565 cm³ già montato sulla R16 ed elaborato in modo da raggiungere potenze comprese tra gli 83 ed i 148 CV. In questo modo, la A110 raggiunse velocità massime nell'ordine dei 210–215 km/h. Fu con questo propulsore che la vettura ottenne successi di portata storica, primo fra tutti il titolo di Campione del mondo di Rally nel 1973. In seguito, la A110 ricevette due nuovi motori, da 1605 e da 1647 cm³, in grado di sviluppare rispettivamente 127 e 95 CV. Ma oramai il tempo della A110 era terminato, la sua epoca era finita: la concorrenza si era svegliata di fronte alle imprese di una vettura arcigna come la A110 ed aveva sfornato nuovi modelli, molto più competitivi.

Come la A108, anche la A110 fu prodotta su licenza da aziende in altri Paesi nel mondo: in Bulgaria dalla Bulgaralpine di Plovdiv, in Spagna dalla FASA di Villamuriel, in Brasile dalla Willys Overland di Santo Amaro e inMessico, dove veniva assemblata con il marchio Dinalpin dalla Diesel Nacional di Sahagún, nell'Hidalgo.

Tra le versioni derivate direttamente dalla A110, vi fu la A210, una A110 modificata per correre alla 24 Ore di Le Mans.

fonte wikipedia