1990/1 Saab 900 CABRIO25.000 EUR
See all the Images for this Car
SAAB 900 TURBO S CABRIOLET

LA CABRIOLET VENUTA DAL NORD
Veloce, incollata alla strada, con ottime rifiniture e una guida rilassante che la rende perfetta per lunghi viaggi.

RISOLVEVA UN PROBLEMA, OFFRENDO QUATTRO POSTI VERI E UN BAGAGLIAIO A CHI VOLEVA UNA CABRIOLET. DIVENNE UN ICONA.

Nell’Europa del 1983 le scoperte del segmento D non esistevano. La 900 Cabriolet (900 Convertibile sui mercati di lingua inglese) nasce quell’anno da una cooperazione tra la Saab e l’American Sunroof Company, guidata da un tecnico di chiare origini italiane, Steven Rossi. Prima, per chi voleva una vettura scoperta con bagagliaio vero e quattro posti c’era solo la BMW Serie 3 (E30) del carrozziere tedesco Baur, con una grande centina che la percorreva da una fiancata all’altra facendo da aggancio ai due elementi del tetto apribile, come sulle Porche )11 Targa. Per acquistare una Saab 900, ancorché di preserie, bisognerà però attendere il 1985; il ritardo consentirà alla BMW di uscire quasi in contemporanea con una E30 Cabriolet realizzata direttamente in fabbrica. Fino al 1994 saranno 48.888 le 900 Cabriolet prima serie costruite. Il successo sarà persino superiore a quello che il celebre e visionario Robert J. Sinclar, presidente della Saab Usa e padre putativo del progetto, aveva immaginato. Su molti mercati la 900 scoperta trascinerà in alto l’immagine della Saab, portando quella che in patria era vista come una Casa “socialdemocratica”, con vetture di sostanza, allestite poco più che spartanamente e proposte a un prezzo contenuto, a essere uno status symbol. Merito del lavoro di importatori come l’italiana Sidauto, presieduta da un alta figura avvolta, per i fan del marchio, da un alone di leggenda: il conte Odoardo Pagani Mariani della Rovere. Tra le intuizioni di Pagani, cui a Trollhattan sono così grati da avergli dedicato un colore (il grigio canna di gucile Odoardo Grey), quella di importare le convertibili con allestimenti decisamente sibaritici: sedili in pelle e aria condizionata, per esempio sono di serie. Dal 1993, con la Saab ormai sotto controllo General Motors, si succederanno altre tre cabriolet: la 900 seconda serie (1993-97, 900 NG o 900 GM nel gergo dei “saabbisti”), la 9.3 prima serie (9.3 OG, 1998-2003) e la seconda (9.3 NG, 2004), che con un restyling intermedio accompagnerà il marchio sino alla sua scomparsa (2013). Nonostante ciò, nessuno dei piani di rinascita della Saab susseguitesi negli anni ha contemplato l’arrivo di una cabriolet, peraltro mai prodotta a Trollhattan: fino alla 9.3 prima serie nascevano in Finlandia, nello stabilimento Valmet di Uusikapunki, mentre le 9.3 seconda serie erano realizzate a Graz, in Austria, nella fabbrica della Magna-Steyr.

La 900 Turbo S è la più anziana delle Cabriolet, la più potente della prima generazione. Costruita nel 1990, ha quasi tutti gli optional, come il raro volante Momo in pelle. Come tutte le Turbo S ha i fascioni laterali tra i passaruota, accessorio noto come Aero Kit che fa talvolta chiamare erroneamente Aero gli esemplari che lo montano; soltanto le combi-coupè (3 porte) hanno un allestimento con questo nome. Ha percorso solo 100mila chilometri ed è semplicemente stata sottoposta a una manutenzione ordinaria, con i tagliandi previsti e un occhio di riguardo apompe, raccordi e rubinetti che movimentano liquidi. Il sottoscritto ed attuale proprietario, è andato a cercarla a colpo sicuro, l’ha portata a casa e l’ha messa in servizio dopo un controllo in officina. Il rivestimento dei sedili in pelle scozzese molto spessa e le plastiche rigide e semiopache tengono molto bene gli anni. Notevoli, come da tradizione Saab, brillantezza, elasticità e tenuta di strada. La presenza dell’ABS in aggiunta al potente impianto frenante con quattro dischi la rende ancora attuale anche per un utilizzo quotidiano sul misto veloce. Sul nostro mercato è molto difficile trovare una 900 prima serie allestita al top e davvero bella: chi ce l’ha se la tiene stretta, sempre che non l’abbia già venduta a Nord delle Alpi.
Questa “Saab 900 turbo cabriolet sport” è stata venduta dal Concessionario ufficiale Saab Concessionaria Liberini S.R.L. a Brescia 1l 25 giugno 1990; e per ben ventitre anni è rimasta della stessa proprietà, per poi passare nel 2013 all'attuale proprietario che ha deciso di metterla in vendita. Ha il suo porta documenti originale Saab; il suo porta documenti, per libretto di circolazione, originale Saab "Liberini"; libretto di circolazione originale; il suo libretto manuale di uso e manutenzione; il suo libretto di servizio assistenza; il suo libretto Saab Europen Service Guide; il suo libretto Kenwood (autoradio) istruzioni per l'uso, il suo libretto Griffin Circe Saab e le sue doppie chiavi con porta chiavi originale Saab. Conserva e mantiene ancora le sue targhe originali. Iscritta e Certificata ASI (Automotoclub Storico Italiano). Il suo colore originale della carrozzeria è "bianco" e gli interni sono perfetti e lussuosi, i sedili in pelle e il rivestimento portiere sono di materiale pregiato. Inoltre è dotata di tappetini originali e possiede tutto il kit di attrezzi originali con ruota di scorta. Il cruscotto è senza crepe, in ottime condizioni anche la strumentazione. Il vano motore è impeccabile ed è dotato del suo motore origina con km. 100.000 percorsi, originali! Questa Saab è in condizioni superlative, una interessantissima occasione per acquistare una Saab anni '90 unica! Si tiene a rimarcare che questa "Saab 900 cabriolet" è un perfetto conservato! Dotazioni di lusso per l'epoca: sedile conducente regolabile in altezza; sedile conducente e passeggero anteriore riscaldati elettricamente; impianto di climatizzazione con ricircolo aria; specchietti retrovisori esterni sono antiabbaglianti e comandati elettricamente, quello sinistro è di tipo grandangolare; quattro alzacristalli elettrici; la capotta si aziona elettricamente; ecc. ...

CARATTERISTICHE

Motore
Anteriore longitudinale – 4 cilindri in linea inclinati a 45°
Alesaggio 90 mm – Corsa 78 mm
Cilindrata 1985 cm3
Rapporto di compressione 9:1 Potenza 180 CV CEE a 5500 giri/min
Coppia 27,1 kgm a 2800 giri/min
Distribuzione a 4 valvole per cilindro
Due assi a camme in testa per bancata (catena)
Impianto di iniezione elettronica sequenziale, accensione elettronica
Lubrificazione forzata, radiatore dell’olio
Impianto elettrico 12 V, batteria 60 Ah
Trasmissione
Trazione anteriore
Cambio manuale a 5 marce
Leva di comando centrale
Pneumatici 195/60 VR15
Cerchi in lega leggera 5,5J x 15”
Corpo vettura
Cabriolet 2 porte, 4 posti
Scocca portante con telaietto ausiliario
Carrozzeria in acciaio
Sosp. ant. a ruote indipendenti, bracci trasversali, molle elicoidali
Barre stabilizzatrici anteriori e posteriori
Ammortizzatori a gas telescopici
Freni a disco, ABS
Sterzo a cremagliera, servosterzo
Capacità serbatoio carburante 63 litri
Dimensioni e peso
Passo 2517 mm
Carreggiata ant. 1430 mm – post. 1440 mm
Lungh. 4687 mm – Largh. 1690 mm
Altezza 1425 mm
Peso in ordine di marcia 1420 Kg.
Prestazioni
Velocità 210 Km/h
Accelerazione 0-100 Km/h in 8,7 secondi.

Reference Number 443109

as of 1/4/2019

Dealer
 

 

 Contact  Location
Via Trieste 10  Phone  3343819386  City  Novara
28100 Novara  Fax    State  Novara
Italy  Mobile  3343819386  Country  Italy Italy
Overview
Car 1990/1 Saab 900 CABRIO
Exterior / Interior Color      White /      Dark Grey 
Condition Exceptional 
Mileage 100.000 km 
Configuration Left Hand Drive (LHD) 
Transmission Manual Shift 
Options Electronics: Airconditioning, High class audio, Power Windows
Exterior: Alloy rims, Electric cabriolet roof
Interior: Leather interior, Leather steering wheel 
More Images
See all the Images for this CarSee all the Images for this CarSee all the Images for this CarSee all the Images for this CarSee all the Images for this CarSee all the Images for this Car
See all the Images for this CarSee all the Images for this CarSee all the Images for this CarSee all the Images for this CarSee all the Images for this CarSee all the Images for this Car
See all the Images for this CarSee all the Images for this CarSee all the Images for this CarSee all the Images for this CarSee all the Images for this CarSee all the Images for this Car
See all the Images for this CarSee all the Images for this CarSee all the Images for this CarSee all the Images for this CarSee all the Images for this CarSee all the Images for this Car
See all the Images for this CarSee all the Images for this CarSee all the Images for this CarSee all the Images for this CarSee all the Images for this CarSee all the Images for this Car
See all the Images for this CarSee all the Images for this Car
Known History

SAAB 900 TURBO S CABRIOLET

 

LA CABRIOLET VENUTA DAL NORD

Veloce, incollata alla strada, con ottime rifiniture e una guida rilassante che la rende perfetta per lunghi viaggi.

 

RISOLVEVA UN PROBLEMA, OFFRENDO QUATTRO POSTI VERI E UN BAGAGLIAIO A CHI VOLEVA UNA CABRIOLET. DIVENNE UN ICONA.

 

Nell’Europa del 1983 le scoperte del segmento D non esistevano. La 900 Cabriolet (900 Convertibile sui mercati di lingua inglese) nasce quell’anno da una cooperazione tra la Saab e l’American Sunroof Company, guidata da un tecnico di chiare origini italiane, Steven Rossi. Prima, per chi voleva una vettura scoperta con bagagliaio vero e quattro posti c’era solo la BMW Serie 3 (E30) del carrozziere tedesco Baur, con una grande centina che la percorreva da una fiancata all’altra facendo da aggancio ai due elementi del tetto apribile, come sulle Porche )11 Targa. Per acquistare una Saab 900, ancorché di preserie, bisognerà però attendere il 1985; il ritardo consentirà alla BMW di uscire quasi in contemporanea con una E30 Cabriolet realizzata direttamente in fabbrica. Fino al 1994 saranno 48.888 le 900 Cabriolet prima serie costruite. Il successo sarà persino superiore a quello che il celebre e visionario Robert J. Sinclar, presidente della Saab Usa e padre putativo del progetto, aveva immaginato. Su molti mercati la 900 scoperta trascinerà in alto l’immagine della Saab, portando quella che in patria era vista come una Casa “socialdemocratica”, con vetture di sostanza, allestite poco più che spartanamente e proposte a un prezzo contenuto, a essere uno status symbol. Merito del lavoro di importatori come l’italiana Sidauto, presieduta da un alta figura avvolta, per i fan del marchio, da un alone di leggenda: il conte Odoardo Pagani Mariani della Rovere. Tra le intuizioni di Pagani, cui a Trollhattan sono così grati da avergli dedicato un colore (il grigio canna di gucile Odoardo Grey), quella di importare le convertibili con allestimenti decisamente sibaritici: sedili in pelle e aria condizionata, per esempio sono di serie. Dal 1993, con la Saab ormai sotto controllo General Motors, si succederanno altre tre cabriolet: la 900 seconda serie (1993-97, 900 NG o 900 GM nel gergo dei “saabbisti”), la 9.3 prima serie (9.3 OG, 1998-2003) e la seconda (9.3 NG, 2004), che con un restyling intermedio accompagnerà il marchio sino alla sua scomparsa (2013). Nonostante ciò, nessuno dei piani di rinascita della Saab susseguitesi negli anni ha contemplato l’arrivo di una cabriolet, peraltro mai prodotta a Trollhattan: fino alla 9.3 prima serie nascevano in Finlandia, nello stabilimento Valmet di Uusikapunki, mentre le 9.3 seconda serie erano realizzate a Graz, in Austria, nella fabbrica della Magna-Steyr.

 

La 900 Turbo S è la più anziana delle Cabriolet, la più potente della prima generazione. Costruita nel 1991, ha quasi tutti gli optional, come il raro volante Momo in pelle. Come tutte le Turbo S ha i fascioni laterali tra i passaruota, accessorio noto come Aero Kit che fa talvolta chiamare erroneamente Aero gli esemplari che lo montano; soltanto le combi-coupè (3 porte) hanno un allestimento con questo nome. Ha percorso solo 100mila chilometri ed è semplicemente stata sottoposta a una manutenzione ordinaria, con i tagliandi previsti e un occhio di riguardo apompe, raccordi e rubinetti che movimentano liquidi. Il sottoscritto ed attuale proprietario, è andato a cercarla a colpo sicuro, l’ha portata a casa e l’ha messa in servizio dopo un controllo in officina. Il rivestimento dei sedili in pelle scozzese molto spessa e le plastiche rigide e semiopache tengono molto bene gli anni. Notevoli, come da tradizione Saab, brillantezza, elasticità e tenuta di strada. La presenza dell’ABS in aggiunta al potente impianto frenante con quattro dischi la rende ancora attuale anche per un utilizzo quotidiano sul misto veloce. Sul nostro mercato è molto difficile trovare una 900 prima serie allestita al top e davvero bella: chi ce l’ha se la tiene stretta, sempre che non l’abbia già venduta a Nord delle Alpi.

 

 

CARATTERISTICHE

 

Motore

Anteriore longitudinale – 4 cilindri in linea inclinati a 45°

Alesaggio 90 mm – Corsa 78 mm

Cilindrata 1985 cm3

Rapporto di compressione 9:1 Potenza 180 CV CEE a 5500 giri/min

Coppia 27,1 kgm a 2800 giri/min

Distribuzione a 4 valvole per cilindro

Due assi a camme in testa per bancata (catena)

Impianto di iniezione elettronica sequenziale, accensione elettronica

Lubrificazione forzata, radiatore dell’olio

Impianto elettrico 12 V, batteria 60 Ah

Trasmissione

Trazione anteriore

Cambio manuale a 5 marce

Leva di comando centrale

Pneumatici 195/60 VR15

Cerchi in lega leggera 5,5J x 15”

Corpo vettura

Cabriolet 2 porte, 4 posti

Scocca portante con telaietto ausiliario

Carrozzeria in acciaio

Sosp. ant. a ruote indipendenti, bracci trasversali, molle elicoidali

Barre stabilizzatrici anteriori e posteriori

Ammortizzatori a gas telescopici

Freni a disco, ABS

Sterzo a cremagliera, servosterzo

Capacità serbatoio carburante 63 litri

Dimensioni e peso

Passo 2517 mm

Carreggiata ant. 1430 mm – post. 1440 mm

Lungh. 4687 mm – Largh. 1690 mm

Altezza 1425 mm

Peso in ordine di marcia 1420 Kg.

Prestazioni

Velocità 210 Km/h

Accelerazione 0-100 Km/h in 8,7 secondi.