1985/4 Citroën 2CV Charlestone 
Le prime idee inerenti alla possibilità di costruire una vettura utilitaria
dai bassissimi costi e dalla grande diffusione vennero in mente
ad André Citroën già durante i primi anni trenta, ma tale idea venne
accantonata a favore del progetto che avrebbe originato la ben più
costosa Citroën Traction Avant.
Più tardi il nuovo Presidente Pierre Boulanger decise di far ripartire
il progetto e diede le seguenti istruzioni ai suoi tecnici: «Studiate una
vettura che possa trasportare due contadini in zoccoli e 50 kg di patate,
o un barilotto di vino, a una velocità massima di 60 km/h e con un
consumo di 3 litri per 100 km. Le sospensioni dovranno permettere
l’attraversamento di un campo arato con un paniere di uova senza
romperle, e la vettura dovrà essere adatta alla guida di una conduttrice
principiante e offrire un confort indiscutibile.»
Dopo una lunga gestazione, la vettura fu quasi pronta per il lancio,
ma lo scoppio della guerra fece rimandare ogni programma. Durante
la guerra, lo scultore varesino Flaminio Bertoni, che aveva collaborato
al successo della “Traction” ed avrebbe poi creato la immortale “DS”,
intervenne sull’estetica della 2CV, che infatti fu poi lanciata nel 1948.
La meccanica semplice permetteva a chiunque di utilizzare la vettura
avendo costi di manutenzione molto contenuti, il che, insieme al basso
costo di acquisto, alla linea simpatica ed alla sua comodità, ne fece
un grande successo tra i giovani.
La 2CV così cavalcò gli anni ’50 ma soprattutto i ’60 e i ’70, quando
sembrava la macchina perfetta per le nuove generazioni, più allegramente
rivoluzionarie di quelle che le avevano precedute.
Negli anni la 2CV fu costantemente aggiornata, mentre il motore crebbe
da 400 a 600 di cilindrata, e la vettura acquistò anche qualche
miglioramento di allestimento, come il terzo finestrino laterale. Nel
1980 fu lanciata la versione Charleston, con due livree bicolori, la cui
produzione sarebbe continuata nello storico stabilimento di Levallois
fino al 1988. La produzione sarebbe comunque continuata in Portogallo
fino al 1990, quando fu prodotta l’ultima 2 CV, una Charleston
grigia e nera.
La 2CV che vi proponiamo ha avuto due soli proprietari ed ha percorso
solo 18,000 km. E’ stata mantenuta in modo maniacale ed è
praticamente come nuova.
La vettura è in ottime condizioni meccaniche, ma per sicurezza consigliamo
all’acquirente di sottoporla a un controllo e di sostituire i
fluidi, i filtri e particolari deperibili.

Reference Number 574602

as of 4/24/2019

Vendeur
 

 

Pandolfini Casa D'Aste  Contact  Localisation
Palazzo Ramirez-Montalvo Borgo degli Albizi, 26  Téléphone fixe  +39 055 2340888  Ville  Firenze
50122 Firenze  Télécopieur    Dépt. / Région  Firenze
Italy  Téléphone mobile    Pays  Italy Italy
Caractéristiques principales
Voiture 1985/4 Citroën 2CV Charlestone
N° d'identification du véhicule YF7AZKA00KA072959 
Couleurs - extérieur / intérieur      Gris foncé /      Gris clair 
Enregistrement Italy 
Condition Exceptionnel 
Kilométrage 18.000 km 
Configuration Conduite à gauche 
Boîte de vitesses Manuelle 
Options Intérieur: Intérieur tissu 
Historique connu

First imagined by André Citroën in the early ‘30s, the new “Tout Petite Voiture”

had to wait until 1948 before it could be launched.

It was a very basic motor car aimed at the French farmers who still had to

graduate from donkeys to motorized transport.

With the passing of the years, its low purchase and maintenance costs, its

comfort and unconventional aspect turned it into the darling of the new

young and impecunious European generations.

The car received continuous attention and upgrading, and it reached the

end of the 1970s with a bigger 600 cm3 engine, and such luxuries as a third

side window!

In 1980 the Charleston was launched, essentially an upscale 2CV with a two

tone paintjob.

Up to 1988 it continued to be produced in Levallois, and from then to 1990

the production was continued in a Portuguese factory.

The ‘Deuche’ have today for sale is a late Charleston with just two owners,

who drove it for little more than 10,000 miles, and kept her as new.

The vehicle is in excellent mechanical condition but for safety reasons, we

advise the purchaser to have it checked over and to replace the fluids, filters

and perishable elements.