1933/2 Fiat 508 Balilla 
La Fiat 508, sin da allora da tutti chiamata affettuosamente “Balilla”,
oltre a possedere interessanti caratteristiche tecniche, ha rappresentato
un fenomeno sociale da nuova e ha poi accompagnato la nascita
e lo sviluppo del motorismo storico italiano negli anni ’60 e ’ 70.
Tecnicamente è figlia di due ingegneri che hanno fatto grande la Fiat,
Tranquillo Zerbi e Dante Giacosa, coadiuvati da Bartolomeo Nebbia,
e strategicamente del Senatore Giovanni Agnelli e del suo braccio
destro Vittorio Valletta, che capirono che era giunto il momento di
approfondire la presenza della Fiat nel segmento delle auto di grande
serie, anzi, di crearlo.
Incidentalmente, “Balilla” è il nomignolo di un ragazzo genovese, Giovanni
Battista Perasso, che nel lontano 1746 diede inizio alla ribellione
contro gli Austriaci.
Il progetto della 508 fu seguito da un giovane ingegnere, Antonio Fessia,
la cui lunga carriera l’avrebbe portato, negli anni ’60, a gestire e a
rinnovare la Lancia: sarebbe stato il padre della Flaminia ma soprattutto
della Flavia e della Fulvia.
La Balilla, invece, era una vettura molto ben studiata ma assolutamente
tradizionale, come si conviene ad un prodotto che avrebbe
dovuto essere replicato in molti esemplari, e utilizzato principalmente
da ‘nuovi automobilisti’.
La principale innovazione della 508 fu forse la possibilità di essere
acquistata a rate. Fu presentata nell’aprile del 1932 al Salone di Milano,
e nel primo anno di produzione ne furono prodotte 12,000, un
volume mai visto prima in Italia.
Nel 1934 la berlina fu modificata con il cambio a quattro marce e una
carrozzeria diversa.
Le Balilla del 1932 e ’33, quindi, tra le versioni di serie, sono quelle
più ricercate perché più fedeli al progetto originale.
La vettura proposta è stata interamente restaurata una ventina di
anni fa e poi è stata mantenuta in perfetto stato, anche se praticamente
mai usata.
La vettura è in ottime condizioni meccaniche, ma per sicurezza consigliamo
all’acquirente di sottoporla a un controllo e di sostituire i
fluidi, i filtri e particolari deperibili.

Reference Number 574581

as of 4/24/2019

Verkoper
 

 

Pandolfini Casa D'Aste  Contakt  Locatie
Palazzo Ramirez-Montalvo Borgo degli Albizi, 26  Phone  +39 055 2340888  City  Firenze
50122 Firenze  Fax    State  Firenze
Italy  Mobile    Country  Italy Italy
Overzicht
Car 1933/2 Fiat 508 Balilla
VIN 030769 
Exterior / Interior Color      Donkerrood /      Rood 
Condition Exceptional 
Mileage 2.500 km 
Configuration Links gestuurd (LHD) 
Transmission Handgeschakeld 
Options Interieur: Stoffen interieur 
Known History

The Fiat 508 Balilla is a milestone Italian car, as when new it kickstarted a

period of great social changes, and in the ‘60s it didi t agai, on a smaller

scale, starting the old car hobby in this country.

“Balilla” was the nickname of a young lad from Genova, who in 1746 started

a fight against the Austrian invaders.

The 508 was designed by a young engineer, Antonio Fessia, who was to

have a long automotive career: in the 1960s he run Lancia and fathered the

Flaminia, Flavia and Fulvia models.

The Balilla was a well designed but very conventional automobile, which

makes sense considering that it was to be produced in high quantity and

mostly used by ‘new drivers’. Its main innovation was the possibility of financing

its purchase. In its forst year, 1932, twelve thousand unites were

built: a volume never seen before in Italy.

This particular 508 has been completely restored around twenty years ago

and then perfectly maintained, even if in practice it has never been used.

This vehicle is in excellent mechanical condition but for safety reasons, we

advise the purchaser to have it checked over and to replace the fluids, filters

and perishable elements.